SILF%20Internet_edited.jpg

 L'evoluzione tecnologica sta andando sempre più oltre la penna. La sempre maggior produzione di documenti born digital, composti sul computer, inviati via fax, scritti sugli smartphone o posti in memorie elettroniche, precludono la tradizionale identificazione della grafia. Ciò non implica, però, che i testi dattiloscritti non possano essere riferiti ad un soggetto scrivente.

La forma linguistica di un documento, infatti, prescinde dal supporto su cui esso è veicolato. Ed è qui che entra in gioco la linguistica forense, cioè lo studio scientifico delle forme linguistiche applicato a scopi e contesti forensi.

Con la linguistica forense è possibile determinare l’autore di un testo sia scritto a mano che in formato digitale, dando risposte a quesiti come: 

  • identificare l’autore dei testi, come e-mail, messaggi, lettere anonime, testamenti;

  • formulare un profilo sociolinguistico grazie agli usi della lingua nello scritto: il dialetto, la lingua d’origine, l'età, il sesso e il livello di istruzione dell’autore

  • così da restringere il range dei sospettati. 

La base della grafologia forense è che la grafia è unica e irripetibile. La stessa affermazione si può fare per la linguistica forense, infatti, ogni individuo ha un suo linguaggio individualizzante, questo linguaggio individualizzante è detto idioletto, cioè la particolare varietà d’uso del sistema linguistico di una comunità che è propria di ogni singolo parlante.

L’impronta digitale linguistica è, al pari della scrittura a mano, una raccolta di marcatori che rende un parlate o uno scrittore unico e irripetibile. Come la grafia è unica per ogni scrivente, anche l’idioletto e l’impronta digitale linguistica sono unici e irripetibili per ciascuno di noi. E sono proprio queste particolarità linguistiche che vanno ricercate per trovare l’autore di un testo.

Qui sotto potete trovare il link di YouTube con il video introduttivo, tratto dal primo Convegno Nazionale di Linguistica Forense.

 

unnamed.png
Logo%20LF_edited.jpg
Fileta_edited.jpg